Il contatto perfetto è quello che non ti aspetti.

È quello che inizia qui e finisce dietro una pinta e una ciotolina di noccioline tostate.

È quello che cerchi quando lui non lo fa, quello che insieme alle parole porta pure silenzi importanti.

È quello che condivide pensieri progetti paure patate, qualsiasi cosa purchè inizi con la P.

Però di politica, promesse e patatine sulle pizze neppure a parlarne. Moana Pozzi non si discute.

Il contatto perfetto è quello che ti emoziona, quello che condivide visioni, sogni alchemici di qualunque forma e natura, anche quelli grattugiati.

Il contatto perfetto è quello che parla quando deve parlare, mentre tace con piacere quando invece deve sentire. 

Il contatto perfetto è quello lontano dai pasti, quello che rilassa e vorresti che non finisse, è quello che magari tifa Napoli.

Il contatto perfetto è quello che ti lascia vivere in pace. Quello che racconta solo cose belle, mentre le brutte le fa sembrare solo un po’ meno belle.

Il contatto perfetto ha sempre una musica in sottofondo. Non importa quale. Una qualsiasi. Ma che sia musica.

Ora, se sei arrivato a leggere fin qui, suppongo tu abbia stomaco e coraggio a sufficienza per continuare.

Eccoti svelato il brevissimo “Vademecum del contatto perfetto”:

  1. se hai deciso di contattarmi assicurati di farlo davvero lontano dai pasti. Potrei essere a dieta e quindi molto suscettibile
  2. se mi contatti per curiosità assicurati doppiamente di farlo non solo lontano dai pasti, ma anche dai weekend e dalle partite del Napoli
  3. se mi contatti perché non c’hai un cazzo da fare allora mi devi una birra
  4. se mi contatti per insultarmi te ne sarei grato se potessi farlo tu, invece, a ore pasti. Meglio i tuoi insulti che l’insalatina di carote bollite.
  5. se mi contatti per lavoro vuol dire che sei all’ultima spiaggia. Ma se cercavi un mare cristallino e relax produttivo ti assicuro che sei nel posto giusto con la persona sbagliata. In realtà il blog è di mio cugino. Io sono in subaffitto e gli do solo una mano a rassettarlo. Ciao?

Hatu

3 + 4 =